Intrastat

Invio e stampa modello INTRA

Implementata la gestione e l'invio telematico del modello INTRA per le aziende Francesi

Rilasciata la gestione e l'invio telematico del modello INTRA per le aziende che hanno sede in Francia.

Il modello predisposto è quello relativo ai beni (denominato DEB).

Adeguamento periodicità

Nella casistica di diverse periodicità è stato inibito il campo "Beni e servizi"

Ottimizzato il layout della maschera.

 

Modulo INTRA

Inserimento paese pagamento e origine stato Grecia

La modifica ha inserito per il paese Grecia la codifica ISO 3166 Alpha-2 nel paese di pagamento e di origine.

E’ stato altresì inserito un filtro "stato estero" in "parametri e filtri"

Inseriti indicatori per permettere la compilazioni con diverse periodicità.

Nella funzione "Interrogazione" sono stati inseriti degli indicatori sull'origine del movimento e sulla relativa modifica.

Nella funzione "Inserimento e modifica" è stato inserito l'indicatore "Periodo modello Intra" che permetterà la compilazione di beni/servizi con diverse periodicità.

 

Tabelle

Nomenclatura combinata

Rilasciate nuove nomenclature combinate

Con il presente aggiornamento si rilasciano le nomenclature combinate del 2017 e si aggiornano le nomenclature del 2016.

Non risultano pubblicate al momento le trasposizioni dei codici delle nomenclature tra il 2016 e il 2017.

Traduzioni in lingua inglese, francese e spagnola

Sono state rilasciate le descrizioni in lingua Inglese, Francese e Spagnola per le nomenclature di beni 2018.

Per integrare gli archivi con le descrizioni in lingua è possibile accedere a "Configurazione e servizi\Startup e flussi operativi\Flussi operativi\Tabelle precaricate" e in "Tabelle generali" procedere all'importazione delle nomenclature di beni e servizi in modalità "inserisci nuovi record".

Codici servizio

Codici delle prestazioni di servizio 2018

Sono stati rilasciati i codici delle prestazioni di servizio 2018.

In conformità alla disposizione dell'Agenzia delle Dogane per la quale, a partire dagli elenchi riferiti a periodi decorrenti dal mese di gennaio 2018, l’indicazione del codice del servizio reso potrà essere limitata ai primi cinque caratteri in luogo dei sei previsti dalla tabella "CPA (anno 2008)", la tabella rilasciata comprende sia i codici "CPA (anno 2008)" che i codici "CPA 5 digit (anno 2018)".

Si precisa che i nuovi codici "CPA 5 digit (anno 2018)" seppur visualizzati in inserimento nel formato di sei caratteri, comprensivi di uno zero finale, vengono esposti in stampa nel formato di cinque.